Arginina: cosa è, funzioni e proprietà benefiche

0
83
arginina

Molti sicuramente ne avranno sentito parlare, ma non sanno cosa sia esattamente, a cosa serve e quali sono le sue proprietà. Ma cosa è l’arginina?

L’arginina non è altro che un’amminoacido, che è una sostanza che viene prodotta dal nostro corpo adulto in piccole quantità, ma che il nostro corpo non riesce a sintetizzare sino alla pubertà.
Però queste quantità prodotte non sono abbastanza per il nostro fabbisogno giornaliero, infatti bisognerà integrare il giusto rapporto di questa sostanza tramite l’alimentazione, scegliendo cibi che la contengano.

L’arginina svolge delle importanti azioni per il nostro corpo come nei valori dell’omeostasi ed influisce in maniera positiva anche in altre funzioni come quella della cardiocircolazione.
Ma non solo, viene usata anche per dolori al petto, pressione alta, infiammazioni, insufficenze cardiache e molte altre.

Funzioni dell’arginina

Le funzioni di questa sostanza sono molteplici, come ad esempio previene i problemi legati alla fertilità e migliora il sistema cardiocircolatore, ma non solo, serve anche al trattamento della demenza, di diabete e obesità.
Infatti secondo alcuni studi si sono evidenziate alcune proprietà.
Ma non tutti i risultati di questi studi hanno mostrato un’effettiva prova dell’efficacia.
Mostreremo però alcuni risultati che sono stati accertati sulle sue funzioni benevole:

Serve per la sintesi di aminoacidi e glucosio

Questa sostanza crea la creatina e aumenta la sua sintesi.
Infatti le proprietà che vengono prodotte servono a migliorare l’attività sportiva.
Non solo, l’arginina serve anche per sintetizzare altri amminoacidi prodotti o assunti dal nostro corpo come ad esempio il glucosio.

Serve per la detossificazione

L’arginina viene prodotta anche durante il ciclo dell’urea e come sostanza svolge il compito di detossificare l’organismo.
Infatti durante l’attività fisica, viene prodotta l’ammoniaca nelle cellule dei muscoli.
L’accumulo di questa sostanza comporta l’affaticamento del corpo e le funzioni svolte dall’arginina servono soprattutto a chi fa sport a lunga durata tipo corsa, scii, ciclismo, nuoto e via dicendo.

Serve come immunostimolatore

L’arginina è spesso utilizzata anche come immunostimolatore in condizioni in cui l’organismo riversa in ustioni, traumi e molte altre patologie legate.

Serve per combattere la disfunzione erettile

Infatti questa sostanza serve nella sintesi dell’ossido notrico, che induce la dilatazione dei vasi sanguigni, andando a diminuire la pressione delle arterie auentando così il flusso di sangue ai tessuti dei genitali.
Questo effetto aumenta così il desiderio e la prestazione sessuale.
Per questo motivo l’arginina viene utilizzata in diversi integratori che migliorano l’erezione.
A differenza del viagra, che blocca l’enzima PDE5 andando a distruggere l’ossido nitrico, l’arginina invece aumenta la produzione di questo ossido.

Previene le patologie cardiovascolari

Per le sue funzioni che dilatano i vasi sanguigni, infatti l’arginina è utile per curare alcune patologie legate alla circolazione e al cuore come: ipertensione, arteriosclerosi e molte altre.

In quali alimenti è possibile trovare l’arginina?

arginina alimenti

Oltre all’assunzione di alcuni integratori, l’arginina la possiamo trovare:
Nella frutta secca come noci, pinoli, arachidi pistacchi.
Nei cereali, quindi nel grano, riso, quinoa, avena, amaranto.
Nei formaggi, nelle uova e nella carne rossa o quella derivante dal pollame.

Una forte mancanza di arginina può essere presente nei soggetti che seguono delle diete vegetariane o vegane, o persone che subiscono condizioni di forte stress psichico o che presentano malattie e traumi di ogni genere nel corpo.

Le proprietà benefiche dell’arginina

Molti studi hanno confermato e dimostrato che l’arginina è in grado di migliorare il sistema immunitario, lenire i sintomi legati alle infiammazioni legate al sistema renale.
L’arginina inoltre migliora la pressione del sangue, riducendo anche i tempi del recupero di un paziente che si sottopone ad operazioni.
Le dosi dell’assunzione dell’arginina non sono mai standard, infatti nel momento in cui si voglia assumerla sarà bene chiedere il parere di un medico in quanto non si è certi dei possibili effetti collaterali che a lungo andare potrebbe avere l’arginina.

Quali sono i possibili effetti collaterali dell’arginina?

L’arginina è una sostanza che viene tollerata e prodotta dal nostro corpo.
Come abbiamo già detto questa sostanza può essere assunta tramite alimenti o per mezzo di integratori.

Però potrebbe presentare degli effetti collaterali per persone in stato di gravidanza o che allattino, persone di giovane età, nei pazienti che soffrono di insufficienze renali, allergie e soprattutto vietate per chi si sottopone a terapie farmacologiche per cancro, pressione bassa, anemie o per chi soffre già di cuore.
Gli effetti collaterali dovuti ad un dosaggio eccessivo sono: diarrea, nausea, cefalea, crampi, reazioni allergiche, asma e l’ipotensione ( che altro non è che la mancanza di pressione di liquidi o gas che sono presenti nell’organismo e nel sistema vasale).

Come abbiamo già detto l’uso dell’arginina ha numerosi effetti benevoli, ma quando si decide di assumerla, con integratori o con alimenti, sarà bene consultare un medico che valuterà lo stato di salute di ogni persona consigliando i giusti dosaggi da assumere giornalmente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here