Cumino: caratteristiche, benefici e come coltivarlo in casa

0
128
cumino

Una delle spezie che non può mai mancare in cucina è il cumino, perché il suo aroma e il suo sapore si abbinano perfettamente a quasi tutte le preparazioni. Tuttavia, contrariamente a quanto molti pensano, questo condimento non è utile solo per cucinare ma presenta numerosi benefici per il nostro organismo.

Grazie al suo odore forte e dolce, oltre al suo sapore amaro, il cumino è ben conosciuto nel mondo culinario come una delle spezie più utilizzate, essendo impiegato nella cucina esotica come quella indiana, nordafricana, messicana e guatemalteca.

100 grammi di cumino sono in grado di fornire al nostro corpo un apporto calorico di 370 chilogrammi calorie, 44 grammi di carboidrati, 18 grammi di proteine ​​e 22 grammi di grassi.

Oltre a contenere una varietà di componenti del gruppo B, oltre alle vitamine A, C, E e K , il cumino è anche contenuto di importanti minerali per il corpo umano come fosforo, ferro, manganese, potassio, magnesio, sodio, zinco e calcio. In questa guida saranno illustrati i benefici e le proprietà del cumino.

Caratteristiche del cumino

Fondamentalmente, il cumino è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle Apiaceae, da cui vengono estratti i semi aromatici, che sono ciò che usiamo come spezie.
Per quanto riguarda il suo aspetto, i semi di cumino sono più piccoli dei chicchi di riso, hanno un colore marrone e una consistenza simile alla paglia.
Il suo sapore è amaro e il suo odore forte e dolce. È legato alla cucina indiana, in quanto è presente nel curry.

Origine del cumino

La pianta da cui si estraggono i semi è originaria dell’area mediterranea, si ritiene che dall’Egitto o dalla Siria, dove è stato utilizzato come prodotto gastronomico e medicinale. Inizialmente, il cumino era usato per condire carni e stufati , oltre che per imbalsamare i morti. Allo stesso modo, il cumino era usato dai Babilonesi come una droga e il suo uso si estendeva alle culture greca e romana, dove era venerato per la sua qualità di conservante.

Proprietà del cumino

Il cumino dà un tocco unico al cibo, ma quello che potresti non sapere è che questa spezia non ha solo un grande sapore e un aroma piacevole, ma ha anche molteplici proprietà che la rendono un condimento effimero.

In primo luogo, è necessario sapere che il cumino è davvero ricco di vitamine e sali minerali, come il magnesio, il potassio, il fosforo, il calcio, il ferro e le vitamine A ed E.
Poiché ha un notevole contenuto di ferro, questo condimento è ottimo per aumentare le difese e rafforzare il sistema immunitario, proteggendo il corpo dagli agenti esterni che possono innescare possibili malattie.
Serve anche come alternativa naturale per combattere l’anemia da carenza di ferro e altre condizioni simili.

Per le persone con insonnia, il cumino rappresenta un possibile alleato contro questo problema, in quanto ha la capacità di agire come un sedativo naturale, aiutando ad addormentarsi più facilmente.

Inoltre, ha un’azione antibatterica che aiuta ad attaccare problemi orali o dentali, come placca, gengivite, carie, permettendo di migliorare la salute orale.
Il suo potente effetto analgesico e digestivo aiuta a combattere la flatulenza e riduce l’infiammazione addominale. Allo stesso modo, aiuta a prevenire il cancro al colon, poiché lo depura e lo protegge.

D’altra parte, il cumino ha un potente effetto antiossidante, in quanto è ricco di flavonoidi e terpeni e aiuta anche ad accelerare il metabolismo. Migliora le secrezioni gastriche, fornisce molta energia e rafforza il sistema immunitario.

Quando si usa il cumino nella preparazione dei pasti, il processo digestivo viene accelerato. Pertanto, il suo consumo è consigliato a coloro che devono perdere peso.

Benefici del cumino

cumino benefici

I benefici di questa straordinaria spezia sono innumerevoli:

  • migliora il sistema respiratorio e le condizioni come bronchite, tosse e raffreddore, grazie al suo effetto espettorante.
  • Aiuta a curare la gastrite, poiché elimina le tossine presenti nello stomaco.
    Ha un incredibile effetto terapeutico, perché rilassa i muscoli.
  • È antibatterico, quindi serve a prevenire le ulcere gastriche.
  • È ideale per la perdita di peso , perché ha un effetto diuretico.
  • Ha un effetto carminativo, ottimo per il trattamento di crampi e distensione addominale.
  • Riduce la glicemia, diminuendo il rischio di diabete.
  • Il suo uso non è raccomandato per i bambini sotto i 6 anni di età.
  • Il suo consumo è controindicato nelle persone allergiche alle piante umbellifere.

Come far crescere il cumino a casa

Se sei interessato a consumare più cumino e quindi beneficiare delle sue incredibili qualità, puoi coltivarlo tranquillamente a casa. Per la semina, hai bisogno di un vaso con terreno argilloso, che devi concimare con un po’ di fertilizzante naturale, poiché il raccolto ha bisogno di zolfo.

Una volta trovato tutto, basta piantare i semi di cumino nel vaso e innaffiarli delicatamente, mantenendo l’umidità fino alla fuoriuscita dei primi germogli.

Infine, non dimenticare di posizionare il vaso in un luogo soleggiato, altrimenti non avrai i frutti. Per il consumo, il metodo migliore è di preparare infusi, aggiungendo mezzo cucchiaino di cumino in acqua bollita dopo la rimozione del fuoco; assumi questa miscela 5 minuti dopo i pasti.

Allo stesso modo, una cottura concentrata di semi di cumino, sarà utile per fare impacchi, che saranno applicati esternamente per vari trattamenti disinfettanti e analgesici. Se vogliamo mangiare direttamente i semi di cumino, possiamo aggiungerli a diversi piatti, sia interi che sotto forma di polvere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here