Curcuma: proprietà, benefici, utilizzi e controindicazioni

0
73
curcuma benefici proprieta

La curcuma è una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle zingiberacee. Nasce in maniera spontanea in Asia meridionale, Malesia e India privilegiando un clima tropicale.

E’ proprio l’aspetto climatico che impedisce la coltivazione nei paesi europei, dove negli ultimi anni sta spopolando.

Sotto la parola curcuma si racchiudono tante diverse specie, la più conosciuta è la curcuma longa, impiegata con successo nelle preparazioni culinarie.

Ciò che si usa della curcuma è la radice dal caratteristico colore aranciato. Da essa si ricava una polvere mantenendo inalterata la pigmentazione spesso usata come colorante naturale alimentare.

Sia l’odore che il sapore sono molto intensi, ricordano lo zafferano. La curcuma, pur essendo alla base di molte pietanze asiatiche, viene inserita tra gli ingredienti per preparare il curry e la mostarda inglese.

Proprietà della curcuma

curcuma proprietàLe proprietà della curcuma sono tante e fin dall’antichità veniva apprezzata. Non a caso fa parte della medicina Ayurvedica ed è presente in molte preparazioni della medicina cinese, soprattutto nei rimedi antinfiammatorie capaci di sedare infezioni.

Succede spesso che la natura ci dia i mezzi per difenderci dalle patologie esistenti e la curcuma racchiude in sé numerose capacità di intervento. Tra le tante proprietà della curcuma non possiamo dimenticare la spiccata azione antiossidante che permette di migliorare la qualità della vita delle cellule del corpo e di conseguenza la salute.

La curcuma, inoltre, ha anche la capacità di essere un potente depurativo. Ciò la rende particolarmente utile per tutti coloro che hanno problemi al fegato ed hanno necessità di alleggerire il suo lavoro di depurazione del sangue.

La curcuma promuove la formazione della bile e stimola lo svuotamento delle colecisti. È per questo considerata  un epatoprotettore naturale.

Il principio attivo presente all’interno della curcuma è la curcumina. Questa sostanza si è rivelata avere un’efficace azione antitumorale.

La curcuma viene infine impiegata anche per la cura dei processi infiammatori dell’organismo e per lenire i dolori derivanti da artrosi o artriti.

Grazie alla proprietà antiossidanti, la curcuma viene impiegata anche nella cosmesi naturale per la realizzazioni di maschere di bellezza.

Controindicazioni ed effetti collaterali della curcuma

In generale, ed in condizioni di salute normali, possiamo dire che la curcuma, poiché si tratta di una sostanza naturale, non presenta alcuna controindicazione. Potrebbero presentarsi alcuni lievi effetti collaterali solo nel caso si esageri nelle dosi. Specifichiamo che la dose giornaliera della curcuma in polvere è di due cucchiaini, meglio se sciolti in una bevanda calda o un condimento grasso. Quando si supera questa dose potrebbero comparire nausea o acidità di stomaco.

Abbiamo detto che la curcuma può essere usata con tranquillità, ma ci sono però alcune categorie di pazienti, o più nello specifico, alcune situazioni di salute, dove sarebbe bene evitare l’uso della curcuma.

Stiamo parlando ad esempio:

  • quando ci sono vere e proprie forme di allergia alla curcuma ed ai suoi principi attivi
  • nel caso in cui l’individuo è affetto da emofilia o calcoli renali, anche in questo caso sarebbe meglio evitare il consumo di curcuma
  • anche durante i nove mesi di gravidanza e successivo allattamento è bene non usare questa spezia
  • infine, pur essendo un elemento naturale, si consiglia di evitare l’uso durante una cura farmacologica, poiché potrebbe interferire sugli effetti dei medicinali inficiandone l’efficacia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here