Migliori scarpe running minimaliste A0 – Classifica con marche, modelli e prezzi

0
38
scarpe running minimaliste a0

SCARPE RUNNING MINIMALISTE A0: PERCHE’ E QUANDO COMPRARLE

Oggigiorno qualsiasi attività sportiva, essendo molto variegata ed esigente, necessita di strumenti dalle performance elevate e che ingombrino il meno possibile, soprattutto nell’ambito del running.

In questo articolo prenderemo in considerazione un particolare tipo di scarpe da corsa e, più precisamente, le scarpe running minimaliste A0. Come dice il nome stesso, queste scarpe sono ridotte ai minimi termini, nel senso che i materiali e gli elementi che le costituiscono sono quelli strettamente necessari a chi ha bisogno di un allenamento che prevede delle ripetute veloci.

L’esigenza fondamentale di chi acquista questo tipo di scarpa è quella di avere una calzatura semplice ma, allo stesso tempo, molto funzionale. Per soddisfare questa necessità ecco allora che il peso della scarpa non supera i 350 grammi, la suola è continua e la differenza tra tacco e pianta non supera i 10mm, tutto per dotare la scarpa del massimo della leggerezza e del comfort indispensabile durante le sedute di allenamento in palestra o su strada.

CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELLE SCARPE RUNNING MINIMALISTE A0

scarpe running a0

Nel momento in cui decidiamo di acquistare un paio di scarpe running minimal a0 è fondamentale valutare poche ma essenziali caratteristiche che esse devono avere per offrirci prestazioni eccellenti durante il nostro allenamento. Non facciamoci abbagliare dai colori e dalle decorazioni, ma, invece, prendiamoci del tempo e proviamone con calma qualche paio prima di prendere una decisione definitiva. Consigliamo di recarsi in negozio di sera, quando i piedi sono un po’ gonfi dopo una giornata intensa così da simulare le condizioni in cui si troverebbero durante una seduta di allenamento.

È importante provare una sensazione di estrema comodità e che il piede si senta completamente avvolto e stabile perché non c’è sensazione peggiore per un runner che sentire il piede traballante all’interno della scarpa.
Non sottovalutate, poi, la forma della punta che deve essere abbastanza larga da mantenere ben unite e compatte le dita senza rischiare l’insorgenza di fastidiose vesciche.

Dopo aver attentamente valutato questi aspetti, è bene adattarli a quelle che sono le caratteristiche di ognuno di noi in modo da poter svolgere al meglio lo sport che ci appassiona senza farci limitare proprio da un elemento, come lo sono le scarpe, che è cardine di quella specifica attività.

Sul mercato è possibile trovare una gran varietà di scarpe running minimaliste a0, anche perché le case produttrici sfornano continuamente modelli rivisitati, migliorati o praticamente nuovi. Per fornire un consiglio in più, vediamo insieme quali sono le migliori scarpe running minimaliste attualmente in commercio.

Migliori scarpe da running minimaliste A0:

  • MERREL VAPOR GLOVE 3 SCARPE DA RUNNING PER UOMO

merrell running minimaliste

Tra le migliori scarpe running minimaliste A0, le Merrel Vapor Glove 3 offrono, innanzitutto, un ottimo rapporto qualità/prezzo. Esse sono state concepite e realizzate per essere usate durante le corse amatoriali e professionali che si tengono su strada, soprattutto sull’asfalto. E’ molto leggera, pesa all’incirca 170 grammi, e il tessuto con cui è stata realizzata è resistente – nonostante il fatto che il suo spessore sia molto sottile -, ma, soprattutto, estremamente morbido e avvolgente tanto che si può percepire la sensazione di avere il piede avvolto in un guanto.

Un’altra caratteristica importante che rende le scarpe running minimaliste a0 Marrel Vapor Glove 3 comode e performanti riguarda la suola che si presenta molto morbida, ma, soprattutto, in grado di fornire un’eccellente trazione quando ci troviamo a dover percorrere molti chilometri. Molto probabilmente merito di quest’ultima ricercata e comoda prestazione è da attribuirsi al fatto che la suola si adatta perfettamente alla pianta del piede avvolgendola e agevolandola in ogni movimento.

L’apertura è stringata e la tomaia è realizzata in rete mesh in modo da garantire la giusta ventilazione durante l’attività fisica mantenendo il piede asciutto, mentre sulla parte anteriore possiamo notare un prolungamento della suola che va ad avvolgere parte delle dita dei piedi per proteggerle da urti improvvisi o dall’insorgere di eventuali vesciche.

Anche se nascono come scarpe minimal running, le Merrel Vapor Glove 3 possono essere utilizzate anche per attività al chiuso, come il fitness, lo spinning o il pilates. Sono delle scarpe molto apprezzate perché comode e funzionali, le cui prestazioni soddisfano ampiamente le aspettative, unica nota negativa potrebbe essere rappresentata dalla durata: non sempre sono utilizzabili per due anni di fila, costringendo gli acquirenti ad una spesa quasi annuale.

  • MIZUNO WAVE ULTIMA 11 SCARPE DA CORSA

Se state cercando un paio di scarpe minimaliste running utlizzabili per vari tipi di corsa e la cui caratteristica fondamentale sia la confortevolezza, allora le Mizuno Wave Ultima 11 potrebbero fare decisamente al caso vostro, grazie anche all’assenza di cuciture che lascia al piede piena libertà di movimento senza sentirsi costretto in uno spazio ridotto.

Il collarino è arrotondato e, rispetto ai modelli precedenti, imbottito soprattutto nella zona a contatto con il tendine per evitare eventuali problemi a questa struttura fibrosa ma anche per venire incontro a coloro che sono più predisposti all’infiammazione del tendine.
La tomaia è realizzata in AIRmesh, un particolare tipo di rete ingegnerizzata che garantisce un continuo circolo d’aria e consente ai piedi di rimanere asciutti e traspiranti per molto più tempo rispetto al solito, senza dimenticare che la stessa rete funziona anche come un guanto per il piede, infatti, lo avvolge mantenendolo riposato all’interno di un ambiente confortevole.

Quest’ultima caratteristica si sposa alla perfezione con la tecnologia integrata DinamotionFit di Mizuno che consente alla scarpa minimal running di adattarsi perfettamente ad ogni tipo di piede che la indossa in modo da personalizzare l’esperienza di corsa di ognuno: insomma, si avrà la sensazione che quelle scarpe sono state create proprio per i nostri piedi.

Anche l’intersuola ha una sua specifica tecnologia integrata, la Wave Midsole che protegge il piede dai colpi che potrebbe subire quando tocca il terreno e ne ammortizza l’eventuale shock trasferendo l’energia da esso prodotta nella parte anteriore del piede così da spingere il piedi in avanti per eseguire il movimento successivo. Durante tutto ciò il comfort generale è sempre garantito, grazie anche al composto unico U4ic posto nell’intersuola che ammortizza i colpi pur essendo il 30% più leggero rispetto alla versione precedente di Mizuno, nello specifico l’intersuola AP +.

La tecnologia SmoothRide della suola, grazie alle sue scanalature, rende il movimento del piede fluido e costante, mentre la soletta Mizuno Intercool è dotata, lungo tutta la sua lunghezza, di un sistema di ventilazione che riduce l’accumulo del calore e dell’umidità all’interno del piede.

  • ADIDAS PUREBOOST SCARPE FITNESS DA UOMO

La casa produttrice Adidas conferma la leadership nel campo delle calzature da running migliorando ulteriormente quello che è il suo famosissimo sistema di ammortizzazione Boost. Le qualità tecniche di queste scarpe running minimaliste a0 si combinano perfettamente con quelle estetiche che ne fanno un paio di scarpe alla moda e non solo prettamente sportive.
La caratteristica principale di queste scarpe minimaliste running rimane la tecnologia Boost che è presente su tutta la superficie dell’intersuola e che garantisce un ottimo livello di ammortizzazione conservando un’estrema morbidezza. Questa qualità ha da sempre dato molte soddisfazioni agli atleti, ma anche ai semplici amatori della corsa e l’azienda produttrice ha fatto un’ottima scelta conservandola anche per i modelli successivi.

La suola è in gomma e presenta, su tutta la sua superficie, una serie regolare di cerchi che sono più grandi in quei punti dove solitamente la scarpa tende ad usurarsi più facilmente. Negli spazi lasciati liberi da questi cerchi è ben visibile il Boost dell’intersuola che ha la funzione di ammortizzare immediatamente qualsiasi tipo di colpo o ostacolo che la scarpa può incontrare, come sassi, avvallamenti, cumuli di foglie…
La suola così composta favorisce un movimento molto più flessibile rispetto a quello che danno altre scarpe minimal running e il piede, così avvolto e supportato, assume un movimento più naturale e stabile grazie anche ad un atterraggio molto morbido.

La tomaia è realizzata in tessuto Knit e avvolge il piede tenendolo ben fermo, ovviamente dopo aver ben stretto le stringhe che si trovano sulla linguetta che forma quasi un corpo unico con la tomaia. Se proprio vogliamo trovare un difetto a queste scarpe running minimaliste a0 potremmo trovarlo nella punta scarsamente protetta: solo un breve prolungamento della suola dovrebbe proteggere le dita da eventuali colpi che accidentalmente potrebbero centrare la parte anteriore del piede.
La scarpa running minimalista Adidas PureBoost è agile e versatile, utilizzabile sia per praticare sport amatoriale o professionale che per un utilizzo quotidiano come scarpa da ginnastica alla moda.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here