Semi di zucca: proprietà, utilizzi in cucina e controindicazioni

0
298
semi di zucca

Raccolti da piante appartenenti alla famiglia delle Curcubitaceae, i semi di zucca sono da sempre famosi per via delle loro proprietà vermifughe. Si rivelano, inoltre, ricchi di minerali e ideali per svolgere un’azione benefica circa il trattamento di infiammazioni e cistiti.

I semi di zucca forniscono, poi, un ingente apporto nutrizionale dal momento che risultano essere ricchi di proprietà benefiche per l’organismo. Rispetto alla zucca, sono sicuramente più difficili da consumare. Si possono, infatti, fondamentalmente sbucciare e introdurre nella preparazione di insalate. Grazie, però, a varianti come i semi di zucca tostati, è possibile individuare altre modalità di introduzione nella propria dieta.

Proprietà dei semi di zucca

Da sempre utilizzati come rimedio naturale per eliminare i vermi, i semi di zucca svolgono una funziona vermifuga che consiste nel provocare il distaccamento dei parassiti dalle pareti dell’intestino al fine di renderne più semplice l’espulsione. L’assunzione quotidiana di questo tipo di alimento porterà a beneficiare di un’azione benefica anche per il tono muscolare della propria vescica aiutando a prevenire quelli che sono i fastidi legati all’ingrossamento della prostata nonché relativi all’apparato urinario femminile, come cistiti ed altre tipologie di infiammazioni.

I benefici derivanti dal consumo dei semi di zucca

benefici dei semi di zucca
I semi di zucca contengono Omega 3, ovvero acidi grassi naturali assumibili esclusivamente attraverso i cibi, i quali risultano essere molto utili per il benessere dell’organismo, relativamente ad esempio al livello dei valori del colesterolo o al corretto funzionamento dell’apparato circolatorio grazie alla presenza di magnesio. Essi sono in grado di rafforzare significativamente il sistema immunitario, aiutando a contrastare l’insorgenza di virus e raffreddori. In merito, costituendo un’ottima fonte di proteine, è opportuno ricordare come siano anche capaci di rendere più rapida la rigenerazione delle cellule danneggiate in modo d combattere efficientemente le influenze stagionali.

Un valido aiuto contro lo stress

I semi di zucca rappresentano un valido alleato contro lo stress. Infatti, una manciata riesce ad apportare all’organismo il corretto quantitativo di zinco raccomandato. Esso, in particolare, svolge una funzione rafforzatrice del cervello aiutando anche la memoria. Durante le lunghe ore passate in ufficio, dunque, risultano essere l’ideale anche perché sono una buonissima fonte di aminoacidi e, pertanto, vanno a contribuire anche alla sintesi dell’acido butirrico, il quale non è altro che un antistress naturale in grado di ridurre ansia e nervosismo. Inoltre, essendo anche ricchi di triptofano, altro aminoacido essenziale trasformato prima in serotonina e poi in melatonina dall’organismo, favoriscono il sonno.

Semi di zucca: alimento contraddistinti da incredibili principi attivi

I semi di zucca possono essere definiti come un alimento dalle incedibili proprietà nutritive caratterizzato dalla presenza di ottimi principi attivi. Essi, nello specifico, risultano composti da grassi per almeno la metà della loro intera composizione. Seguono, poi, i carboidrati e le proteine. Per quanto concerne i minerali, invece, è possibile segnalare un importante quantitativo di zinco, magnesio e selenio. In più, si può notare come svolgano, in considerazione della propria composizione, la funzione di integratori naturali di fosforo. La vitamina E riveste, inoltre, insieme alla cucurbitina, un ruolo fondamentale grazie alle proprietà curative e vermifughe conosciute già da secoli.

Come utilizzare i semi di zucca in cucina

I semi di zucca possono essere utilizzati come snack da mangiare non solo al naturale, ma anche essiccati per poi essere cotti al forno o tostati. Essi possono essere ricavati dalla zucca stessa quando viene pulita. In questo caso, è bene non buttar via i semi, ma lavarli e riporli su una teglia ricoperta da carta da forno. Una volta averli fatti saltare, si possono far tostare in forno alla temperatura di 180 gradi fintantoché non diventeranno croccanti. Inoltre, facendoli cuocere nel latte o nell’acqua, è possibile ottenere un ottimo decotto caratterizzato dal tipico gusto dell’orzata, il quale si rivela utile soprattutto per contrastare l’insonnia e per lenire le irritazioni della vescica.

Semi di zucca: le controindicazioni

I semi di zucca sono contraddistinti da un elevato contenuto calorico: nello specifico, contengono all’incirca 445 calori ogni 100 grammi. Pertanto, considerando ciò, se ne deduce come la quantità giornaliera che si consiglia consumare è di 10 grammi, ovvero un cucchiaino.

Altro accorgimento necessario da adottare è quello relativo al loro consumo in assenza di sale. Tuttavia, è bene sottolineare come non esistano controindicazioni legate al consumo dei semi di zucca, anche se non si deve esagerare dal momento che il loro contenuto calorico potrebbe portare ad avvertire fastidi a livello gastrointestinale. In più, occorre dire anche come dalla loro spremitura si ricavi un tipo di olio al quale si ricorre spesso in ambito culinario.

Ebbene, anch’esso non appare capace di provocare effetti collaterali di alcun genere, essendo tra l’altro tollerato perfettamente da soggetti di tutte le età. C’è da sottolineare, però, come durante gravidanza ed allattamento sia consigliabile evitare il consumo di integratori a base di questa sostanza poiché, ancora oggi, non sono ben chiari gli eventuali effetti che esso potrebbe provocare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here